Difference between revisions of "ICUR 02, 4098 (Q10224)"

From EAGLE MediaWiki
Jump to navigation Jump to search
(‎Created claim: Translation IT (P13): Le acque ricoprivano il monte e con sottile infiltrazione bagnavano i corpi, le ceneri, e le ossa di molti. Questo non tollerò Damaso: che quelli legittimamente sepolti ancor dopo morte soffrissero am...)
(‎Changed [en] label: ICUR 02, 4098)
 
(One intermediate revision by one other user not shown)
label / enlabel / en
-
ICVR II, 4098
+
ICUR 02, 4098
Property / Translation IT: Le acque ricoprivano il monte e con sottile infiltrazione bagnavano i corpi, le ceneri, e le ossa di molti. Questo non tollerò Damaso: che quelli legittimamente sepolti ancor dopo morte soffrissero amare molestie. Subito attese a realizzare la grande impresa: rimosse ingente materiale dalla sommità del monte, scavò alacremente le profonde viscere della terra, prosciugò tutto quanto era stato intriso dall'acqua. Scoprì la sorgente che offre i salvifici doni. Queste cose curò Mercurio, diacono fedele. / reference
 +
Author: P. Zander
Publication title: La Necropoli di S.Pietro
Place: Roma
Year: 2014
Page(s): 40

Latest revision as of 09:45, 22 February 2017

EDB14386
Language Label Description Also known as
English
ICUR 02, 4098
EDB14386

    Statements

    14386
    0 references
    Le acque invadevano il colle in superficie e con sottili infiltrazioni bagnavano di molti defunti i corpi, le ceneri e le ossa. Damaso non sopportò che quanti erano sepolti legittimamente, dopo la morte di nuovo espiassero dolorosi castighi; messosi subito all’opera per superare questo enorme impaccio, gettò giù dal colle un’immensa massa di terra; esplorate con cura le più recondite profondità, prosciugò tutto ciò che l’acqua aveva bagnato. Trovò la fonte che offre i doni della salvezza. A ciò provvide il fedele diacono Mercurio.
    1 reference
    Gli epigrammi di papa Damaso I
    2014
    Tricase
    66-67, n.3
    Le acque ricoprivano il monte e con sottile infiltrazione bagnavano i corpi, le ceneri, e le ossa di molti. Questo non tollerò Damaso: che quelli legittimamente sepolti ancor dopo morte soffrissero amare molestie. Subito attese a realizzare la grande impresa: rimosse ingente materiale dalla sommità del monte, scavò alacremente le profonde viscere della terra, prosciugò tutto quanto era stato intriso dall'acqua. Scoprì la sorgente che offre i salvifici doni. Queste cose curò Mercurio, diacono fedele.
    1 reference
    P. Zander
    La Necropoli di S.Pietro
    Roma
    2014
    40
    304049
    0 references